Recent Posts

Nel mio condominio è arrivata da pochi giorni una signora che pare faccia il mestiere più antico del mondo, ossia la prostituta. Il via vai di persone è aumentato notevolmente con un certo imbarazzo di tutti gli abitanti nel condominio . Il proprietario dell'appartamento sicuramente non lo sa e non vive nel condominio. Cosa si può fare?

Ridurre i costi per il condominio

05 ottobre 2014

 

IN TEMPO SI SPENDING REVIEW ... ALCUNI PUNTI DA CUI PARTIRE...

condominio

1.Riduzione della carta e delle spese postali
Lavorare con una mole inferiore di carta oltre ad essere Ecologicamente corretto, aiuta sia a diminuire le spese per la carta sia l’ingombro dovuto dall’eccesso di materiale. Oggi è davvero possibile risparmiare soldi, contribuendo a salvare l’ambiente.

Dopo una breve analisi del consumo di carta e la verifica di quanti documenti è realmente necessario stampare per l’attività di Studio, si arriva ala conclusione, con grande sorpresa, che una enorme mole di documenti può tranquillamente essere conservata ed utilizzata anche solo in formato elettronico.

Fatto questo si deve cominciare un serio piano di riduzione dell’utilizzo di stampe. In questo modo lo Studio risparmierà la carta, il toner, l’inchiostro, e i costi per la manutenzione periodica degli apparecchi di copiatura e di stampa. Questi risparmi oltre ad aiutare l'ambiente, ridurranno i costi addebitabili al condominio.

Si deve considerare inoltre il vantaggio che ogni documento elettronico è un documento sempre disponibile sia per lo Studio, sia per il Condòmino che via WEB potrà consultare la documentazione condominiale. Chiunque può avervi accesso ovunque si trovi, basta metterlo su un server e chiunque, può leggerlo ovunque si trovi, anche con un semplice smartphone. Diversamente, un documento cartaceo, necessita di copie continue per essere fruito da più persone e se deve essere spedito c’è bisogno di inviarlo per fax o di scannerizzarlo (altro tempo sottratto al lavoro). La digitalizzazione, offre anche un altro vantaggio: la riduzione degli spazi di archiviazione. Risparmiando spazio lo Studio può utilizzare quello che avanza per fare altro (aggiungere una postazione di lavoro o organizzare un biblioteca di aggiornamento del personale o ancora ampliare gli spazi dedicati alla produzione).

 Risparmi e Vantaggi per il singolo Utente/Condòmino:

Obiettivi

Vantaggi per singolo Condòmino

Riduzione

Spese Carta

 Calcolando tutte le comunicazioni via carta ossia: convocazioni assemblea con documenti allegati, verbale assemblea, comunicazioni varie, etc

10-15 euro annui (condominio medio)

Riduzione

Spese Postali

Tariffe raccomandate:
fino a 20gr -> 3,60 euro
da 20 a 50gr -> 4,65 euro

Posta Prieritaria: 0,70 euro

25 euro annui

Maggiore Trasparenza

Inserimento documenti condominiali sul sito del condominio

Possibilità di visualizzare da PC o da Smartphone i documenti condominiali

Maggiore Libertà

Inserimento documenti condominiali sul sito del condominio

Possibilità di visualizzare in ogni luogo e momento i documenti

 

2. Riduzione consumo energetico

Il risparmio energetico è al terzo posto tra i motivi per i quali vengono accettati interventi di ristrutturazione, dopo la “messa a norma” e la “sicurezza”. I lavori realizzati nei condomini sono vari. Ad esempio, l’installazione di caldaie a condensazione o di impianti a LED, la realizzazione di cappotti isolanti.

Studi e test hanno dimostrato come sostituendo le luci a risparmio energetico con illuminazione a led, si ottiene come risultato un immediato risparmio sulla bolletta pari al 50%, una riduzione dei costi di manutenzione pari al 50%, una riduzione dell’inquinamento luminoso pari al 90%.

Per i led, infine, non esiste il problema dello smaltimento, in quanto non contengono sostanze tossiche. Un problema, peraltro, che si porrà semmai dopo ben 30.000 ore di attività (3 anni).

3. Selezione accurata dei fornitori

Nell’affidare ai fornitori servizi e forniture si devono utilizzare procedure di approvvigionamento che assicurano alle imprese partecipanti massima trasparenza, obiettività e parità di trattamento.

Tutti possono diventare dei fornitori qualificati, sempre che possiedono i requisiti generali e speciali previsti dai requisiti richiesti, e l’attribuzione di fornitore qualificato avviene a favore dell’offerente che ha formulato la migliore offerta – secondo i criteri del prezzo più basso o dell’offerta economicamente più vantaggiosa.
Le attività di procurement vengono espletate nel rispetto delle relative procedure di approvvigionamento, così da garantire i princípi di competizione e trasparenza. L’individuazione dei fornitori si basa su criteri di qualità, sicurezza e ottimizzazione dei costi. Gli Studi dovrebbero istituire un sistema di qualificazione dei fornitori che consente un’accurata valutazione delle imprese che intendano partecipare alle procedure di approvvigionamento. Il processo di Qualificazione richiede la presentazione di una serie di documenti (certificazioni ecc.) e prevede l’adesione ai princípi espressi dal Codice Etico, dal Piano Tolleranza Zero alla Corruzione e dall’assenza di conflitto di interessi (anche potenziale). Per questo il sistema di qualificazione rappresenta una garanzia sia per lo Studio, poiché definisce un elenco aggiornato di soggetti cui attingere con accertata affidabilità etica e di sicurezza, che per i fornitori, che hanno così una migliore visibilità e maggiori possibilità di essere interpellati.

Alla procedura di qualificazione fa da completamento il sistema di Vendor Rating, volto a effettuare un monitoraggio delle performance di fornitori e appaltatori sia rispetto ai comportamenti tenuti durante l’espletamento dell’iter di approvvigionamento, sia sulla qualità, puntualità e correttezza delle prestazioni durante la loro esecuzione.